Miscellaneous Poetry

Voorkant
R. Cruttwell, 1805 - 265 pagina's

Vanuit het boek

Wat mensen zeggen - Een review schrijven

We hebben geen reviews gevonden op de gebruikelijke plaatsen.

Geselecteerde pagina's

Overige edities - Alles weergeven

Veelvoorkomende woorden en zinsdelen

Populaire passages

Pagina 158 - Quel rosignuol, che sì soave piagne forse suoi figli o sua cara consorte, di dolcezza empie il ciclo e le campagne con tante note si pietose e scorte, e tutta notte par che m'accompagne, e mi rammente la mia dura sorte: ch'altri che me non o di chi mi lagne che 'n dee non credev'io regnasse Morte. O che lieve è inganar chi s'assecura! Que' duo bei lumi assai più che '1 sol chiari chi pensò mai veder far terra oscura?
Pagina 152 - ... miei sospir calda e serena, dolce sentier, che si amaro riesci, colle che mi piacesti, or mi rincresci, ov'ancor per usanza Amor mi mena; ben riconosco in voi l'usate forme, non, lasso, in me, che da si lieta vita son fatto albergo d'infinita doglia. Quinci vedea '1 mio bene, e per queste orme torno a vedere ond' al ciel nuda è gita lasciando in terra la sua bella spoglia.
Pagina 152 - Valle che de' lamenti miei se' piena, fiume che spesso del mio pianger cresci, fere selvestre, vaghi augelli e pesci che l'una e l'altra verde riva affrena; aria, de...
Pagina 128 - Sì ch'io mi credo omai che monti e piagge E fiumi e selve sappian di che tempre Sia la mia vita, ch'è celata altrui.
Pagina 128 - Solo e pensoso i più deserti campi vo mesurando a passi tardi e lenti, e gli occhi porto per fuggire intenti ove vestigio uman l'arena stampi. Altro schermo non trovo che mi scampi dal manifesto accorger de le genti...
Pagina 154 - Levommi il mio penser in parte ov'era quella ch'io cerco e non ritrovo in terra; ivi, fra lor che '1 terzo cerchio serra, la rividi più bella e meno altera. Per man mi prese e disse: «In questa spera sarai ancor meco, se '1 desir non erra: i' so' colei che ti die tanta guerra e compie
Pagina 156 - 1 bel tempo rimena, E i fiori e l'erbe, sua dolce famiglia; E garrir Progne, e pianger Filomena, E primavera candida e vermiglia; Ridono i prati , e '1 ciel si rasserena ; Giove s'allegra di mirar sua figlia; L'aria e l'acqua e la terra è d'amor piena; Ogni animal d'amar si riconsiglia. Ma per me, lasso, tornano i più gravi Sospiri, che del cor profondo tragge Quella ch'al Ciel se ne portò le chiavi; E cantar augelletti, e fiorir piagge, E 'n belle donne oneste atti soavi, Sono un deserto, e fere...
Pagina 146 - Fossin le voci de' sospir miei in rima, Fatte l'avrei dal sospirar mio prima In numero più spesse, in stil più rare. Morta colei, che mi facea parlare, E che si stava de...
Pagina 229 - ... qui scit quam quis amet, qui per convivia currit, Hirpini veteres qui bene novit avos." quid narras? hoc est, hoc est homo, Cotile, bellus? res pertricosa est, Cotile, bellus homo.
Pagina 70 - Tis beauty truly blent, whose red and white Nature's own sweet and cunning hand laid on...

Bibliografische gegevens