Pagina-afbeeldingen
PDF
ePub

Esposizione Italiana Classe XII.

1861. COSTRUZIONI DI EDIFIZI.

CONSIGLIO DEI GIURATI.

Cenno sommario sui Giudizi emessi dalla Commissione dei Giurati della Classe XII.

[graphic][ocr errors]

ALLA

COMMISSIONE REALE

PER LA

ESPOSIZIONE ITALIANA

1861.

Onorevoli Signori,

La Commissione dei Giurati della Classe XII, animata dal più caldo zelo per corrispondere a quella sollecitudine di resultati nelle proprie pronunzie che era necessaria allo scopo, ed alle vedute che tanto giustamente e caldamente vennero raccomandate dal saggio Uomo di Stato che presiedè la prima e generale adunanza delle classi, non mancò di ogni sforzo perchè la celerità dei proprii lavori si spingesse, e la conseguente emanazione dei giudizi sollecitamente si pubblicasse.

La gravità però dei temi affidati alla vasta disamina che doveva imprendersi era tale, la moltiplicità degli oggetti esposti tanta, e la varietà tanto grande, che non avrebbe potuto esternarsi veruna pronunzia col semplice intuito, o con una anco diligente osservazione; ma era duopo accingersi a compiere molti, accurati, e talora profondi e scientifici esami, onde potessero rimanere esaurite tutte le rigorose cautele dalle quali soltanto dovessero attendersi retti e coscienziosi giudizii, e per le quali fosse allontanato il pericolo che rimanesse obliato il vero merito, o gli venisse minorata la retribuzione colla profusione delle distinzioni fino a farne partecipe la mediocrità.

Questi esami, e questi esperimenti, dei quali il rapporto finale renderà retto conto, non potevano compiersi accurati senza il decorso di un tempo il quale perciò diveniva elemento imprescindibile ed intrinseco alla concretazione dei giudizii che dalla Classe si attendevano, e questo tempo, quanto strettamente ne occorreva, è stato dalla Commissione, come le ne incombeva il dovere, intieramente impiegato.

A sollecitare però, per quanto era possibile, il termine delle occupazioni e facilitare gli esami, gli studii, gli esperimenti e quanto alla collezione dei dati procreanti il giudizio occorreva; credè la Classe più presto necessario che utile il disporre una divisione di lavoro colla creazione nel proprio seno di quattro sezioni fra le quali venissero divisi gli oggetti da giudicarsi, come di fatto furono divisi, adottando le seguenti assegnazioni. . .

Alla prima Sezione venne addetta ogni produzione che avesse in mira la statica dei pubblici e privati edifizii, e tutto ciò che riferisse alle costruzioni di strade ordinarie e ferrovie, come ancora gli venne affidato l' esame di tutto ciò che si riferisse ai ponti, ai canali, ai porti, ai fari, ed alle costruzioni in servizio della navigazione, come pure quello che si trovasse- diretto allo studio delle fortificazioni, accampamenti, opere d' assedio, ec.

Alla Sezione seconda fu commesso l' esame, e furono confidati gli opportuni studi ed esperimenti per pronunziare giudizio sul copioso numero e sopra la varia natura di calci e cementi che si trovavano esposti, notandone le proprietà che ritenessero a servire alle costruzioni in piena aria o quelle suttelluriche, e particolarmente poi quelle che supplissero alle imperiose esigenze delle opere idrauliche in genere, e specialmente marittime. Si raccomandava l' esame accurato dei minerali calcarei in stato nativo o crudo, come quello dei medesimi dopo la cozione o calcinazione, e particolarmente poi di occuparsi delle officine, che a questa trasformazione erano destinate esaminando le descrizioni, i modelli e le grafiche indicazioni che erano state presentate. Si estendeva ancora l'ispezione da farsi alle ealci solfate o gessi, alle pozzolane, alle arene, e tutto quello che potesse influire alla composizione delle migliori malte.

Si commetteva a questa Sezione di occuparsi di tutte le produzioni che potevano ottenersi mediante l'impiego delle calci o gessi, sia nelle produzioni di blocchi, membri architettonici, ornati e nelle composizioni interessanti di marmi artificiali e dei graniti asfaltici.

La terza Sezione fu incaricata di occuparsi delle terre cotte, sia da costruzione che per ornativa, delle quali un grandissimo numero proveniente, può dirsi, da ogni parte d'Italia era stato presentato; e gli vennero affidati anco gli esperimenti opportuni sulle resistenze, e specialmente riguardo ai tubi per conduzione di acque. Fu anco incaricata di misurare la proprietà refrattaria di quelle terre destinate alle costruzioni di forni, fornaci o simili. .: .:

Gli esami pure interessanti delle pietre c dei marmi non tanto esi

« VorigeDoorgaan »