Pagina-afbeeldingen
PDF
ePub

Esposizione Italiana

Classe X.

1861.

CHIMICA.

CONSIGLIO DEI GIURATI.

Cenno sommario sui Giudizi emessi dalla

Commissione dei Giurati della Clas

FIRENZ, 1861. - Tipografia BARDÈRA.

ALLA .
COMMISSIONE REALE

PER LA

ESPOSIZIONE ITALIANA

1861.

ONOREVOLI SIGNORI,

Il Consiglio dei Giurati della X classe ha reputato opportuno di sottoporre senza indugio ulteriore, alla Commissione Reale della Esposizione Italiana, il resultato sommario dei varii giudizii pronunziati da esso, intorno ai soggetti che figurano in quella classe, e che parvero meritevoli della distinzione della medaglia. — La storia delle varie industrie chimiche che vi si riferiscono formerà subietto di un dettagliato e successivo Rapporto, la compilazione del quale avrebbe presentemente ritardato di troppo la conoscenza che si vuole avere in tempo opportuno di quelle cose che hanno meritato la distinzione sovraccenata. Argomenti di natura così complessa come sono questi delle industrie chimiche, le quali possono avere un merito assoluto quanto alla eccellenza dell'oggetto esibito, come un merito relativo quanto alle circostanze sia del luogo ove si esercitano, sia della cospicuità della produzione, hanno bisogno di essere svolti con maggiori particolarità di quelle che si addicono alla semplice significazione dei motivi di merito. — Il sottoscritto stima utile pertanto di dichiarare fin d'ora in nome del prelodato Consiglio, che nella valutazione di questo merito, si ebbe in: fatti riguardo ancora alla recente partizione in piccoli Stati, nei quali maleauguratamente era divisa l'Italia. - Da quella esistenza di tante barriere, proveniva necessariamente la ragione opportuna dello esercizio non solo, ma della relativa floridità di parecchie fabbricazioni, le quali ci si presentano oggi come meritevoli di lode per quei servigi che hanno reso dentro i confini dello Stato ove crebbero, protette da speciali leggi o consuetudini; – ma che in uno Stato tanto più grande, con le moltiplicate comunicazioni, e con la libertà del commercio, dovranno o cedere il campo, o perfezionarsi e ingrandirsi.

Del resto, quando lo studio e le cognizioni della chimica tecnologica saranno molto più generalizzate, e vogliamo fatte popolari in Italia, potremo sperare che ancora nel nostro paese abbia vita e incremento tutta quella moltitudine di fabbriche industriali di prodotti chimici, che danno materia a sì gran commercio in Francia e in Germania. -- Fa d'uopo che il principio dell'associazione dei capitali si applichi anco tra noi a queste intraprese, essenzialmente scientifiche, e ciò avverrà presto utilmente, se anco per opera di singolari intraprenditori, vediamo da poco tempo essersi fondate e prosperare con nostro benefizio e decoro, alcune fabbriche importantissime, come, per tacere delle altre, quelle dell'acido stearico per la illuminazione, quelle dei saponi, degli acidi, della biacca, e quelle anco più difficili e più scientifiche, se può dirsi, dei prodotti chimici per la medicina, fondate su larga base, come può vedersi a Genova ed a Livorno. : Frattanto, facciamo voti che in un prossimo avvenire, e per una circostanza simile, ed anco più solenne di questa, siffatti esempj si vedranno superati, e ce lo consentirà lo speriamo, la vita nuova del nostro paese, e quello spirito di emula emancipazione che lo governa.

Prodotti Chimici.

1. - ŞCLOP'IS fratelli di Torino, per la importante fabbricazione dell' Acido Solforico dalle piriti della loro miniera di Brosso, secondo i moderni suggerimenti della scienza; non che per gli altri loro prodotti chimici d'uso industriale, come gli acidi azotico, cloroidrico, varj vetriuoli ec.

2. — PORTALUPI e C. di Palermo, per la sua fabbrica degli acidi solforico, nitrico, e muriatico, non meno che pe' suoi vetriuoli di ferro, di rame, di zinco, ed allume. Questa fabbrica acquista importanza anche maggiore, per essere unica nella Sicilia.

3. — BONAVIA GIUSEPPE d'Ossola. Prodotti della distillazione del legno – Pirolignito di ferro — Acido acetico - Acetato d'allumina ec. – Distinzione per la serie dei nominati prodotti utili, che ha intrapreso ad estrarre dal legno mediante la distillazione con procedimenti industriali e pei sali varj suddetti.

4. — NOBILI Dottor FERDINANDO dell' Impruneta. Prodotti dalla distillazione del legno – Carbone. — Acido pirolegnoso --- Acido acetico -- Alcool metilico – Pirolignito di ferro. – Da distinguersi per la sua fabbrica di questi importanti prodotti, ritrovati buoni, ed applicabili industrialmente anco dal lato del valore commerciale. Il Giurì opinò, che il signor dottor Nobili meritasse la distinzione della Medaglia anco per lo esempio che dà di questa industria, che è nuova tra noi, e meriterebbe di avere altri intraprenditori.

5. — SOCIETÀ PIROGENICA di Torino, per la Serie degli Oli e Grassi pirogenici derivanti dalla distillazione delle resine varie, e segnatamente da quella di pino. Questi prodotti ottenuti industrialmente pei bisogni della illuminazione, per moderare gli attriti delle macchine, per la fabbricazione dei mastici da bottiglie ec , furono riconosciuti utilissimi e meritarono distinzione alla prelodata Società ancora in altre occasioni.

6. – BOELLA FELICE di Torino, per i suoi Oli destinati a diminuire gli attriti delle macchine di preci. sione. Questi prodotti non sono acidificabili a contatto dei metalli, non si congelano a bassa temperatura ordinaria ec., per le quali prerogative, il nominato signor Boella ebbe già premio alla Esposizione di Parigi.

7. – ALLUMIERA di Montioni, per lo Allume bianchissimo, assai puro, che produce grandiosamente (130 mila chilogrammi all'anno) pei bisogni industriali.

8. — GIOVANOLA ANTONIO di Lodi espone Sale amaro – Solfato di potassa — Magnesia alba ed altri prodotti, tra i quali il Giuri reputò meritevole della distinzione della medaglia, la sua buona Magnesia alba, fabbricata industrialmente dalle terre magnesiache nostrali. • 9. — CONVENTO DEI PP. SERVITI di Siena, rappresentato

dal signor GIUSEPPE CIARANFI, pei suoi Bicarbonati di potassa e di soda, puri, ed ottenuti, utilizzando il gaz acido carbonico di naturale sorgente.

10. — Fonzio PIETRO di Palermo, per la sua molto grandiosa fabbricazione d’Acido citrico liquido, concentrato e buono all' arte tintoria ; pel suo Citrato di calce destinato alla fabbricazione dell'acido puro, e per la sua Essenza di arancio ritrovata eccellente.

11. — DUFOUR fratelli di Sampierdarena di Genova, per la loro fabbrica di Solfato di Chinina, e degli altri sali di questo alcaloide, tutti ritrovati di lodevolissima preparazione. Fanno merito altresì ai nominati signori Dufour gli alcaloidi congeneri che figurano nella Serie dei loro prodotti, cioè la Chinidina, la Cinconidina, e Sali relativi.

« VorigeDoorgaan »