Pagina-afbeeldingen
PDF
ePub

le Lemne e la Salvinia, la Nymphaea dentata e coerulea, l'Eichhornia speciosa che in grazia de' suoi orciuoli galleggia come la Trapa natans ; pianticelle queste che fanno bella corona alla Victoria regia munita di 14 foglie di vaga e singulare struttura, com'è noto, segnatamente nella pagina inferiore, e cui sollevando i loro margini all'approssimarsi della fioritura, s'acconciano in cestelle capaci di ricettare e sostenere sulle acque della gran riviera dell' Amazzoni alcuni animali, come vediamo talora, sebbene in grado proporzionatamente minore, le foglie della Nin. fea bianca sorreggere piccoli uccelli sulle acque de' nostri laghi.

3. - S. E. il marchese COSIMO RIDOLFI di Firenze, per bellezza, rarità, belli esemplari e ricche collezioni di piante da stufa.

Fra queste abbiamo segnalato le seguenti: Theobroma Cacao, col caule di quattro pollici di diametro, indigeno delle foreste della Guiana ed estesamente coltivato nell'America centrale. Dracaena umbraculifera bellissima, a foglie cascanti da un tronco alto m. 2. 50. Cocos flexuosa e l'altro di Santa Caterina. Saribus olivaeformis. Elate sylvestris, Strelitzia augusta, Vanilla planifolia in frutto. .

Altre pregevoli piante ha esposte questo distinto scienziato, a cui van debitrici l'Agricoltura e l'Orticoltura Toscana, cioè la Pimenectitia glauca. P. tuberculata, Caladium pinnatifidum Goethea cauliflora particolare, come esprime il nome specifico, per produrne fiori sulla nuda superficie del caule, una bella raccolta di Begonie, fra le quali alcune a reflessi metallici e la Caroliniaefolia che è sembrata assai distinta dalle sue congeneri.

4. - PANCIATICHI XIMENES marchese FERDINANDO, di

Firenze, per bellezza, rarità, belli esemplari e ricche collezioni di piante da stufa.

Tra le piante che questo distinto amatore di fiori ha inviato dal suo giardino di S. Mezzana sono state notate le seguenti :

Cocos flexuosa e comosa bellissimi. Elate sylvestris, Phoenix spi. nosa e farinifera. Orania regalis. Pinanga Nenga. Copernicia mariti. ma. Sabal longifolia. Astrocaryum mexicanum, Palma rotunda il cui rizoma ripiegasi sollevandosi verticalmente nell'aria in modo analogo a quello del Sabal acaulis. Caryota della Giammaica, vigoroso esemplare, alcuni Saribus, una grande Dracaena Draco, altra Dracaena pata di seme indiano a lunghe foglie glauche e pendenti. Pandanus odoratissimus e il Candelabrum del centro dell' Affrica e l' Iavanicus a foglie variegate. Strelitzia Augusta. Pavetta borbonica a foglie screziate. Pincenectitia linearifolia. Zamie. Cicadi. Begonie fra le quali ultime la nebulosa le di cui giovani foglie d'un velluto cremesi, contengono co. piosa materia colorante.

5. — SCHMIZ cav. CARLO di Careggi (Toscana). per bellezza, rarità, belli esemplari e ricche collezioni di piante da stufa.

Questo intelligente amatore ha esposto fra le altre bellissime piante le seguenti: Sciadophyllum pulchellum grandissimo. Ropala Corco. vadensis, vigorosa al pari di quella di San Donato. Dicksonia antartica. Blechnum brasiliense. Asplenium Nidus Avis. Platycerium grande bellissima polipodiacea epifita. Pteris tricolor e Argyrodes. Ficus Roxburgië e nympheaefolia. Cycas revoluta, non che le seguenti : Coccoloba pubescens. Pandanus odoratissimus. Cocos chinensis, Calamus ciliaris. Oreodoxa regia. Syagrus Sanchona, Martinetia aculeata con i nervi della pagina inferiore spinescenti. Phytelephas macrocarpa. Frey. cenetia Baueriana. Pincenectitia tuberculata. Vanilla planifolia in frutto. Lycopodium tancaphyllum. Echites nutans colle nervorute delle fo. glie colorite di rosso. Erionema marmorea e i due Anoectochilus custoditi sotto campana di cristallo. In fine la Mussaenda, il Nidularium, la Musa sinensis, la Carapa paniculata forte di potente virtù, la Bar. ringtonia speciosa, la Sanseverinia javanica, la Curcuma cordata a spighe violacee, la bella raccolta di Caladium, il Pholidophyllum 20natum, la Billbergia speciosa la cui incipiente infiorazione rassomiglia in distanza ad un grosso fiore di Cereus speciosissimus sorgente da un ciuffo di foglie, la Begonia Lazuli ed alcune altre Begonie di seme.

6. – BARDUCCI EMILIO di Firenze, per bellezza, rarità, belli esemplari e ricche collezioni di piante da stufa.

Fra le piante apportate da questo cultore sono state segnalate senza dire del Cyanophyllum magnificum, la Ropala Yonghii, l’Aralia Reinaaldiana, Croton angustifolium e Pandanus javanicus entrambi a foglie variegate. La Musa coccinea, il Pandanus utilis, l'Asplenium Nidus avis, Aphelandra variegata, varie specie e varietà di Caladium, Maranta, Dieffenbachia, Dracaena, di Begonia e fra queste l'Argentea, il Conte Alfped de Limminghe ec.

La Commissione ha trovato poi pregevolissime le seguenti piante Nepenthes Raflesiana di S. E. Demidoff, Theobroma cacao di S. E. Ri. dolfi. Victoria regia del R. Giardino del Museo. Cyanophyllum magneficum del signor Barducci, conseguentemente ha proposto la Medaglia a 7. – S. E. il Principe ANATOLIO DE DEMIDOFF, S. DO

nato, per la bellezza e per lo sviluppo, avuto riguardo alla difficoltà della cultura, della Repenthes Rafflesiana. Questa pianta singolare delle re. gioni calde dell' Asia ba le foglie con picciòli pendenti e lunghi circa 80 centimetri, attenuati dalla parte della loro derivazione dal caule, si di. latano in lunghe lamine foliacee, oltrepassate le quali si prolungano in forma di sottili funicelle, per dilatarsi successivamente in un grande Ascidio, specie d' Anfora, d'un verde chiaro vagamente screziato di rosso bruno, alla cui apertura sovrasta, come coperchio, il piccolo lembo foliare, e nell'interno della quale si elabora, dicesi, un'umore desiderato da alcuni animali.

8. – R. GIARDINO BOTANICO del Museo di Fisica e Sto

ria naturale di Firenze, per la Victoria regia come pianta pregevole.

9. – S. E. il marchese COSIMO RIDOLFI di Firenze, per il robusto esemplare di Theobroma Caeao, pianta assai rara nei Giardini d'Italia.

10. – BARDUCCI Emilio di Firenze, per il vigoroso esemplare di Cyanophyllum magnificum pianta che porge una perfetta idea della bellezza di questa Melastomacea, a grandi foglie d'un violaceo intenso, recentemente introdotta.

Il Consiglio de'Giurati per la Classe I ha creduto altresì doversi fare onorevole accoglienza agli Espositori della Vanilla planifolia, fornita di frutti ottenuti per fecondazione artificiale ; volendo incoraggiare quest' industria che potrebbe dar largo compenso a coloro che volessero esercitarla, ha aggiudicato la Medaglia ai signori

11. – SCHMITZ cav. CARLO di Careggi (Toscana), per la Vanilla planifolia in frutto.

12. -— MONTAGNI LUIGI di Bibbiani (Empoli), giardiniere

. di S. E. il marchese RIDOLFI, per la Vanilla planifolia in frutto.

Gloxinia speciosa. Una sola raccolta di Glossinie in 100 varietà a fiori eretti, esposta dal signor Della Gherardesca, faceva bella mostra, divisa in due gruppi, sul limitare della stufa. Il Consiglio avendola trovata pregevole per buona coltivazione, per belle e distinte varietà ottenute per fecondazione artificiale, ha conferito la Medaglia al signore

13. — DELLA GHERARDESCA conte UGOLINO di Firenze, per la numerosa e bella collezione di Glossinie in fiore.

Eriche.
La signora Stephens aveva esposte parecchie di queste piante delle

lontane terre del Capo d' Affrica : dallo sviluppo degli esemplari presentati, era dato argomentare essere staté vinte le difficoltà che presenta la cultura di queste piante, segnatamente in tempi di prolungata siccità, contraria, come è noto, alla vegetazione e alla fioritura di queste piante, che ricche di fronda e misere di radici, prosperano in atmosfere umide: per queste ragioni il Consiglio ha giudicato meritevole della Medaglia la signora

14. — STEPHENS SUSANNA di Rifredi (Toscana), per la raccolta d'Eriche, avuto riguardo alla difficoltà di cultura in Toscana.

Rododendri Pregevoli del pari sono apparsi i Rododendri esposti dal sig. Bouturlin, ed il Consiglio ha in conseguenza deciso doversi conferir la Medaglia al signore

15. – BOUTURLIN conte DEMETRIO di Firenze, per numero e per bella vegetazione di Rododendri dell' Imalaia ec.

Fra questi parenti lontani dell'Eriche sono stati notati i seguenti: Falconeri, Campbelli e quello epifita Dalhousiae, del Sikkim-Imalaja; Longifolium, Windsorii e il Nuttalii, conosciuto pe' suoi grandi fiori liliacei odorosi, d'Assam e di Bhootan.

Cattee. Il Consiglio avendo reputate degne di considerazione anco le poche piante di questo gruppo esibite dallo Stabilimento Agrario Labronico, e specialmente un Cereus Egricesië in bell'esemplare, gli Echinocactus Herenbergii, Vetula, gibbosus formosus e le Mammillarie stellata, Macrothaesis e milatrana, ha conferito la Medaglia al medesimo

16. – STABILIMENTO AGRARIO BOTANICO LABRONICO,

rappresentato dal signor FORTUNATO LEONI di Li

vorno, per alcune scelte piante di Cattee.

Ananassi. La Collezione di piante in frutto d' Ananassi presentata dal signor Landini era pregevole per numero di varietà, per valore individuale e per rigogliosa vegetazione, e per questi titoli il Consiglio ha giudicato meritevole della Medaglia il signore

17. – LANDINI CARLO di Firenze, giardiniere di S. E. il

principe ROSPIGLIOSI, per bella e fresca vegetazione di piante d’Ananassi a grossi frutti.

Piante d' Agrumi.

Le piante d’Agrumi erano degnamente rappresentate dai RR. Giardini di Boboli e del Poggio Imperiale : il primo aveva il merito d'aver esposto una collezione di piante numerosa e ricca di varietà, l'altro per la pregevole cultura delle piante esibite; la Commissione ha giudicato l'uno e l'altro Giardino meritevole della Medaglia, ed in conseguenza l'ha conferita al

18. – R. GIARDINO DI BOBOLI di Firenze, per la numerosa collezione di piante d’Agrumi con frutti.

19. — R. GIARDINO DEL POGGIO IMPERIALE di Firenze, per il bel portamento e sviluppo di piante d' Agrumi.

Conifere. Agrifogli ec. Bellissimi esemplari d'Araucaria, di Wellingtonia, di Cupressus, Dacrydium, Dammara, Podocarpus, Iuniperus, alcune specie di Salisburia, di Thuria, i Pini del Messico ed altre piante di questa classe e tutte in ottimo stato di vegetazione, erano stati esposti dai signori Nutini e Rovelli. Anco il signor Pagliai aveva esposta una pregevole raccolta di Conifere e d' Agrifogli. La Commissione apprezzati i meriti di questi arboricoltori, conferisce loro la Medaglia nell'ordine seguente: al signore • 20. – NUTINI GIUSEPPE (Ditta A. Margheri.e C.) di

Firenze, per la ricca collezione di Conifere.

Fra queste sono state notate le seguenti Sequoia gigantea albero eccelso di California, Dacrydium taxifolium e cupressinum. Phyllocladus trichomanoides. Podocarpus spicatus e longifolia, Dammara alba e australis, Iuniperus sabina variegata, Cupressus funebris, Pini del Messico ec., e altra Medaglia separata conferisce pure al medesimo signor

21. – NUTINI GIUSEPPE (Ditta A. Margheri e C.) di

Firenze, per i grandi e vigorosi esemplari di diverse specie d' Araucaria.

Fra queste il Consiglio ha segnalato i bellissimi esemplari d'Araucaria Bidwilli, Cunninghami, Cunninghami glauca, excelsa, e Cookie delle montagne della N. Caledonia e dell'Isola de' Pini, ai signori,

22. – ROVELLI fratelli di Pallanza, (Piemonte), per la bella raccolta di Conifere alcune delle quali nuove.

Fra le piante di questi esperti giardinieri delle rive del Lago mag

« VorigeDoorgaan »