Modificazioni alla legge comunale e provinciale: lettera dell'avv. Luigi Gatti all'egregio signor commendatore Carlo Astengo, ispettore centrale, direttore capo di divisione al Ministero dell'interno

Voorkant
P. Ragazzone, 1881 - 67 pagina's
 

Wat mensen zeggen - Een review schrijven

We hebben geen reviews gevonden op de gebruikelijke plaatsen.

Geselecteerde pagina's

Veelvoorkomende woorden en zinsdelen

Populaire passages

Pagina 34 - Il prefetto od i sotto-prefetti, e coloro che ne fanno le veci, non possono essere chiamati a render conto dell'esercizio delle loro funzioni fuorché dalla superiore autorità amministrativa, né sottoposti a procedimento per alcun atto di tale esercizio senza autorizzazione del Re, previo parere del Consiglio di Stato.
Pagina 20 - In esso si manifesta più vivamente il nativo genio delle popolazioni; esso provvede e soddisfa ai più sostanziali interessi; educa all'esercizio di tutti i diritti: perciò fu tanta parte della nostra civiltà, conservando le nazionali tradizioni, e resistendo alle male signorie nostrane e straniere, che travagliarono sì gran parte d'Italia.
Pagina 37 - ... misura, o come amano dire, la seconda stregua. Intanto, questo appare un punto inconcusso oramai di dottrina amministrativa, che i comuni piccoli sono un principio d'impotenza, un disordine, un male. I piccoli comuni un male? Come? La Lombardia, che fra tutte le regioni d'Italia si trovò primamente e più largamente delle altre dotata di strade, di scuole, di medici condotti e d'ogni altra comunale provvidenza, è appunto quella che fra tutte quante ha il massimo numero di comuni piccoli e piccolissimi....
Pagina 48 - ... fiumi, o per manifatture, o per l'antica e tradizionale coltura de' campi connessa indissolubilmente alle altre industrie ed ai commerci. E quelle città che meglio progredirono nell'organismo delle arti, furono pure le antesignane della cultura, della forza, della libertà d'Italia, e fari cui miravano incessantemente i popoli del bel paese ne' loro conati per vincere gli ostacoli interni ed esterni ad esplicarsi e progredire.
Pagina 5 - L'elezione non è valida se non è fatta con l'intervento di due terzi dei consiglieri assegnati al comune ed a maggioranza assoluta di voti. Se dopo due votazioni nessun candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta, si procede ad una votazione di ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto nella seconda votazione maggior numero di voti, ed è proclamato sindaco quello che ha conseguito la maggioranza assoluta di voti.
Pagina 37 - Beata la Sicilia che non ha ancora le strade, né le condotte mediche, né le scuole! Ma mentre i Comuni lombardi ragguagliano, l'uno per l'altro, solamente 358 abitanti, quelli di Sicilia ne ragguagliano un numero diciotto volte maggiore (6881). E mentre in Lombardia la superficie divisa per Comuni, dà solamente otto kilometri quadri per ciascuno, in Sicilia ne dà settantatre.
Pagina 10 - Dopo la liberazione del territorio nazionale, le forme istituzionali saranno scelte dal popolo italiano che a tal fine eleggerà, a suffragio universale diretto e segreto, una Assemblea Costituente per deliberare la nuova Costituzione dello Stato.
Pagina 47 - ... quindi in Italia furono fomite primo al rinverdire i tronchi sfrondati de'Comuni, e ne sorsero loro nerbo principale, e loro infusero lo spirito proprio di libertà e d'associazione operosa ed economica. Quando le migliori città d'Italia erano fatte cadaveri, e che i fondi già ubertosi non aveano quasi più valore, e li scorrevano pascendo le cavalle de...
Pagina 48 - ... credenzieri sue quistioni. Quello era esercizio continuo e minuto di regime rappresentativo, e da esso si mantenne nel popolo delle antiche città d'Italia quella tenace tradizione di libertà e di governo di sé, che va operando le meraviglie de...

Bibliografische gegevens