Documenti per la storia dell'arte senese..., Volume 1

Voorkant
O. Porri, 1854 - 392 pagina's
0 Recensies
 

Wat mensen zeggen - Een review schrijven

We hebben geen reviews gevonden op de gebruikelijke plaatsen.

Geselecteerde pagina's

Overige edities - Alles weergeven

Veelvoorkomende woorden en zinsdelen

Populaire passages

Pagina 1 - Niuna impresa, per minima che sia, può aver cominciamento o fine senza queste tre cose: cioè senza potere, senza sapere, e senza con amore volere...
Pagina 76 - Ancho providero e ordinaro che neuno lavori d'arte d'orafi se non per lo modo qui di sotto scritto e dichiarato , in questo modo cioè : Che debba lavorare a buttiga aperta, la quale abbia...
Pagina 67 - M dieno a lavorare : pena per lo rectore , e suo consiglio : e se in ciò fussero negligenti , paghino soldi quaranta per uno , e per ogni volta. CAPITOLO XXII. Che neuno lavorente o gignore non possa rendere nessuno lavorio senza licentia Ancho providdero, che niuno lavorente né gignore non possa rendare né vendare lavorio d...
Pagina 187 - Dinanzi a voi magnifici et potenti signori, signori priori governatori del comune et capitano di popolo della città de Siena.
Pagina 1 - ... creatore a quella creatura che solo in lui vedere ha la sua pace » (*) : così Dante aderiva al gusto del suo tempo e realizzava l'immagine di Dio. Per altra via alla medesima visione aspiravano i pittori senesi : « Noi siamo per la gratia di Dio manifestatori agli uomini grossi che non sanno lectera de le cose miracolose operate per virtù et in virtù de la santa fede : e la fede nostra principalmente è fondata in adorare et credere uno Dio in...
Pagina 72 - Ancho providero e ordinaro che qualunque persona si richiamasse di veruno sottoposto dell' arte degli orafi, che il rettore debba fare ricevare e iscrivare il richiamo al suo camarlengo, e debba fare pagare per lo richiamo e per lo messo , e per la decima, come fanno gli ufficiali della mercantia ; e poi debba el rectore col suo consiglio vedere la ragione dele parti, e poi come conosciaranno, dieno la sententia , e mandino asecutione, come diliberato avaranno.
Pagina 64 - ... dovesse fare; se non fusse con licentia e volontà del maestro da cui si parte. E quale maestro el ricetta imbutiga altrementi , caggia impena allarte per ogni dì in diece soldi.
Pagina 84 - ... ma pure di vedere all'occhio, sia tenuto di saggiare per lo modo usato; e quel cotale lavorio o ariento porti a...
Pagina 83 - ... il trae, e lassilo nella detta buttiga suggellato, e facciane fare saggio in Siena, o dove potrà fare meglio, e che il detto ariento torni el meno di tenuta d
Pagina 157 - quod si dicta tabula non erit pulcra et laborata ad voluntatem et placibilitatem eorundem locatorum quod ad dictum pretium me aliquam partem ei persolvendum nallatenus teneantur" (Archivio di State, Florence).

Bibliografische gegevens