Annali universali di statistica, economia pubblica, storia, viaggi e commercio, Volume 143

Voorkant
 

Wat mensen zeggen - Een review schrijven

We hebben geen reviews gevonden op de gebruikelijke plaatsen.

Geselecteerde pagina's

Overige edities - Alles weergeven

Veelvoorkomende woorden en zinsdelen

Populaire passages

Pagina 283 - Provincie italiane si aggruppano naturalmente e storicamente fra di loro in altri centri più vasti, che hanno avuto ed hanno tuttavia ragione di esistere nell'organismo della vita italiana? Questi centri possedono antichissime tradizioni fondate in varie condizioni naturali e civili, la politica italiana disgregata fra i Comuni e le Repubbliche del Medio Evo ha trovato in essi una prima forma e disciplina di Stato : la più stretta colleganza politica e sociale ha portato particolari risultameuti...
Pagina 287 - ... suoi istituti di beneficenza. Voglionsi pure conservare entro la Provincia i Circondari amministrativi, migliorandone, dove occorra, la circoscrizione. Non penso che al Circondario debba darsi una rappresentanza elettiva; ma credo che il rappresentante del Governo debba avervi sufficiente autorità per espedire quelle pratiche che non hanno giusta dipendenza dall'Amministrazione provinciale. Per tal modo la trattazione dei negozi comunali procederà più speditamente, e si eviterebbe l'ingombro...
Pagina 283 - ... centri di forze morali le quali, se fossero oppresse per pedanteria di sistema, potrebbero riscuotersi e risollevarsi in modo pericoloso, ma che legittimamente soddisfatte possono mirabilmente concorrere alla forza e allo splendore della nazione...
Pagina 112 - Porteranno un' epigrafe ed avranno unita una polizza sigillata con dentro il nome e l' indirizzo dell'Autore , e di fuori la stessa epigrafe che nel manoscritto. Se questo non vincerà il premio, la polizza verrà abbruciata. Sono esclusi dal concorso i soli Accademici residenti. I pieghi dovranno. essere suggellati ed indirizzati franchi di porto alla Reale Accademia delle Scienze di Torino. Di quelli che verranno consegnati -alla Segreteria dell'Accademia medesima si darà ricevuta al consegnante....
Pagina 285 - ... ed ai comuni. Gli interessi di più provincie non si possono accomunare e confondere ad arbitrio di legge; essi si formano col tempo, col tempo si mutano; e si formano e si mutano tenendo dietro bensì ai mutamenti che avvengono nella economia sociale e civile, ma pur sempre mantenendo una grande attinenza colle particolari condizioni e costumanze locali. Nelle grandi circoscrizioni sono facili e naturali i consorzi di più provincie o comunità per determinati interessi; non è naturale, non...
Pagina 286 - ... malcontenti locali, l'azione della opinione pubblica e dei grandi giudizi politici. Alla Provincia deve adunque affidarsi la cura de' suoi interessi, delle sue strade, de' suoi corsi d'acqua, dell'igiene, della sna istruzione, dei suoi istituti di beneficenza.
Pagina 111 - Il contratto enfiteutico, introdotto dapprima nell'intento di coltivare o di migliorare le terre pubbliche o le sacre, s'allargò poscia eziandio a quelle di proprietà privata, le quali i pessimi ordini economici di Roma, e sopratutto i tributi eccessivi e rovinosi, aggravati dal metodo di riscossione ingiusto e violento, ed accompagnati da una falange di servizi! reali e personali avean fatto abbandonare o trascurare. I varii contratti agricoli adoperati nella decadenza dell'impero...
Pagina 281 - Provincie, potesse dare origine a gare pericolose, o come direbbesi, ad una dualità di pretendenze e di influssi politici, tanto se il Regno dovesse, come nei Consigli dell'Europa si teneva possibile, entrare in lega federativa con gli altri Stati Italiani, quanto se dovesse rimanere solo rappresentante e propugnatore dell'idea e del diritto nazionale; e perciò poteva credersi necessario, che lo Stato ingrandito per fortuna di guerra, rimanesse unito e compatto...
Pagina 287 - Il Comune è la prima base dei liberi ordini. In esso si manifesta più vivacemente il nativo genio delle popolazioni ; esso provvede e soddisfa ai più sostanziali interessi, educa all'esercizio di tutti i diritti : perciò fu tanta parte della nostra civiltà, conservando le nazionali tradizioni e resistendo alle male signorie nostrane e straniere, che travagliarono sì gran parte d'Italia.
Pagina 286 - Comune, il quale come ha i suoi peculiari interessi, cosi dee avere vita e rappresentanza propria. Le Provincie sono quasi tutte circoscritte in Italia; poche mutazioni occorreranno. La Provincia italiana non deve essere una finzione amministrativa; essa esiste nelle tradizioni ed è costituita ab antiquo. Essa s'è formata intorno al Comune del Medio Evo, erede del Municipio Romano, intorno alla Città, che fu il gran fattore della civiltà italiana, e della quale la Provincia nostra porta il nome....

Bibliografische gegevens